Ministro polacco: “Per le bestie di Rimini ci vorrebbe la pena di morte”

VARSAVIA, 28 AGO – “Per le bestie di Rimini ci vorrebbe la pena di morte” e nel loro caso “non sarebbe male tornare alle torture”. Lo ha scritto su Twitter il viceministro della Giustizia polacco, Patryk Jaki, parlando di quanto avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, quando un branco di quattro ragazzi prima ha stuprato sulla spiaggia di Miramare una turista polacca e picchiato e rapinato l’amico che era con lei sulla battigia e poi ha abusato di una prostituta transessuale sulla Statale.

“Ecco i vostri immigrati, li volete in Polonia? Se mai dopo la mia morte”, ha aggiunto Jaki, riferendosi alla provenienza nordafricana dei quattro protagonisti della brutale aggressione, ricercati dalla polizia. ansa



   

 

 

2 Commenti per “Ministro polacco: “Per le bestie di Rimini ci vorrebbe la pena di morte””

  1. Bravissimo Jaki!

  2. Possiamo ringraziare il ns governo,loro hanno la scorta,hanno le tasche piene,oltre ai privilegi,ma Nn hanno cervello e coscienza,mi piace molto il governo polacco che X i solo due suoi cittadini manda in Italia uomini di polizia X proseguire le ricerche dei 4 maledetti violentatori

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -