Polonia: enclavi musulmane in Europa sono basi di supporto al terrorismo

GOVERNO POLACCO: ”LE ENCLAVI MUSULMANE IN EUROPA AGISCONO DA BASI DI SUPPORTO PER I TERRORISTI ISLAMICI”

LONDRA – “E’ ora che l’Europa si svegli e riconosca il problema dello scontro di civilta’ causato dal fatto che enclavi musulmane agiscono da basi di supporto per i terroristi”.

Questa frase potrebbe essere stata pronunciata da qualcuno che il Pd definisce come razzista intollerante seminatore di odio e invece a pronunciarla e’ stato Mariusz Blaszczak, ministro dell’interno polacco, che possiede informazioni dettagliate e precise proprio sul “retroterra” che aiuta difende e collabora con gli assassini che compiono in tutta Europa stragi di innocenti in nome del loro dio Allah.

In una intervista rilasciata alla tv di stato TVP Info, Blaszczak ha dichiarato che in Polonia non esiste rischio di attentati terroristici perche’ non esistono enclavi musulmane che creano aree di supporto per i terroristi. E questo si deve alla politica di rifiuto di accogliere migranti islamici che arrivano a orde in Italia e fino al 2015 in Grecia e poi lungo in Balcani fino al cuore dell’Europa.

Il ministro dell’interno polacco, membro del Law and Justice Party, ha invitato l’Europa a riconoscere che esiste un problema di scontro tra civilta’ e un modo per evitare tali problemi e’ quello di chiudere le frontiere ai migranti proprio come fa la Polonia e non solo la Polonia, ormai tutta Europa. dalla Francia alla Spagna, dalla Germania all’Olanda, per non dire della Gran Bretagna, dell’Uungheria, della Repubblica Ceca e della Slovacchia.

Non e’ la prima volta che Blaszczak critica la politica migratoria della UE.

Infatti pochi mesi fa ha usato parole dure per esprimere la sua contrarieta’ al piano di ripartizione dei richiedenti asilo – che per il 90% poi non lo ottiene – voluto dalla UE che, a suo dire, puo’ solo causare disastri.

La posizione del primo ministro polacco non e’ affatto isolata visto che il governo della Polonia si e’ sempre rifiutato di accogliere gli immigrati africani che sbarcano sulle coste italiane e in diverse occasioni ha sottolineato che impedire ai musulmani di entrare in territorio polacco e’ il modo piu’ efficace di prevenire attacchi terroristici.

Qui c’e’ il link di questa storia riportata da Russia Today per chi volesse leggere la notizia in inglese

https://www.rt.com/news/400207-europe-clash-civilizations-poland/

In molti avranno notato come l’attitudine del governo polacco sull’immigrazione e’ lontana anni luce da quella del governo Pd italiano, il quale non solo si ostina a far arrivare un numero altissimo di immigrati africani dei quali ben oltre il 90% non ha alcun diritto di asilo e deve essere espulso nei Paesi d’origine come la stessa Ue indica, ma vuole anche concedere loro la cittadinanza., in modo da avere una base di massa elettorale che ripiazzi quella persa nell’elettorato italiano che è disgustato dal Pd e dal suo governo che produce danni immensi all’Italia.

Ovviamente molti italiani vorrebbero che l’Italia prendesse esempio dalla Polonia e per tale motivo i giornali di regime hanno censurato questa storia perche’ sarebbe troppo imbarazzante per la cricca di governo.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo deciso di riportarla perche’ crediamo che gli italiani abbiano il diritto di sapere.

GIUSEPPE DE SANTIS – Londra –  IL NORD.IT



   

 

 

1 Commento per “Polonia: enclavi musulmane in Europa sono basi di supporto al terrorismo”

  1. Grazie a Giuseppe De Santis,autore dell’articolo,grazie a Imola Oggi che lo ha reso pubblico e grazie al governo polacco(che insieme a quello ungherese e a quello ceco)resiste all’invasione programmata come da piano Kalergi!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -