La Boschi stanzia 500mila euro per la partecipazione dei Rom alla vita politica

Non era bastato lo scandalo sui soldi pubblici finiti alle associazioni che organizzavano orge omosessuali.
Ora l’attenzione si rivolge nuovamente all’Unar, l’Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali di Palazzo Chigi, ente che dipende (di fatto) da Maria Elena Boschi. Nei giorni scorsi infatti è stato emanato un bando da 475.400 euro per finanziare progetti che favoriscano “la partecipazione dei Rom alla vita sociale, politica, economica e civica” dell’Italia.

Insomma: quasi 500mila euro per far avvicinare alla politica i nomadi. E chissà che un giorno non decidano anche di aprire un loro partito. I tavoli di discussione saranno aperti in tutte le grandi città del Belpaese, da Milano a Roma passando per Catania, Genova, Cagliari, Messina e Bari. Una vera e propria strategia per l’inclusione di chi – però – ha più volte dimostrato di non voler essere incluso. Solo ieri il Tg Vicenza ha pubblicato in video in cui una famiglia di nomadi ammette che “noi per vivere rubiamo quello che troviamo”.

Il bando per i progetti scade il prossimo 11 settembre, poi si decideranno i vincitori. I tavoli di lavoro, scrive Libero, dovranno creare “Piani di azione locale” per “promuovere la parità di trattamento, l’inclusione economica e sociale e il coinvolgimento delle Comunità nella società”. Per Comunità si intendono quella rom, sinti e camminanti.

In particolare sarà necessario pensare un coinvolgimento diretto dei rom nelle politiche delle amministrazioni locali che riguardano le loro comunità, soprattutto per quanto riguarda il lavoro e il luogo dove vivere. Uno dei “pacchetti di lavoro” si occuperà di studiare il “fabbisogno e le condizioni delle aree urbane” e di agevolare gli interventi su “lavoro, abitare, accesso ai servizi e istruzione”.

Il bando di gara risale al 24 luglio scorso, è finanziato con soldi appositi dell’Unione Europea (cioè le nostre tasse regalate indebitamente alle UE, che poi ce le restituisce per farcele gettare in progetti astrusi, ndr) e dovrebbe mettere in pratica quanto scritto nella Strategia nazionale di inclusione dei Rom. Che fino ad oggi non ha prodotto enormi risultati.

www.ilgiornale.it



   

 

 

1 Commento per “La Boschi stanzia 500mila euro per la partecipazione dei Rom alla vita politica”

  1. Non bastavano loro in politica? Adesso vogliono includere anche dei superprofessionisti dell’appropriazione?

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -