False assunzioni per permesso di soggiorno, 5 kosovari denunciati

UDINE, 16 AGO – Cinque cittadini kosovari, due titolari di imprese con sede apparente a Treviso, una con cessata attività e l’altra inattiva, e altri tre connazionali, sono stati denunciati dalla Polizia per aver sottoscritto, nelle qualità di datori di lavoro e lavoratori, falsi contratti di assunzione per il rinnovo del permesso di soggiorno o per il ricongiungimento familiare. Il caso è emerso durante controlli eseguiti dall’Ufficio immigrazione e dalla Squadra mobile della Questura di Udine sulla regolarità della posizione dei cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale.

Gli accertamenti sono partiti dopo che un uomo di 49 anni aveva presentato la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno e una donna di 25 aveva chiesto il ricongiungimento familiare per il marito. Le indagini hanno consentito di accertare che le due aziende, entrambe con sede nello stesso stabile di Treviso di cui non avevano più la disponibilità già da due anni, avrebbero assunto circa 150 dipendenti in tre anni. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -