Ferragosto: Unicef a Capalbio per lanciare appelli contro i populisti

Nel dibattito sulle Ong è entrato anche il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: “È molto positivo che progressivamente numerose Ong sospendano le loro attività nel Mediterraneo a sostegno degli scafisti e dei protagonisti della tratta di persone. Le iniziative libiche stanno ottenendo dei risultati. Ed anche il codice per le Ong ha prodotto degli effetti. Ha correttamente ricordato il ministro Minniti che non è stata una sua iniziativa ma una decisione presa all’unanimità dalla commissione Difesa del Senato dove si è votato un documento sulle Ong dopo l’indagine che Forza Italia aveva fortemente chiesto al presidente Latorre“.

Il senatore prosegue popi dicendo che “Ora non si deve annacquare quel codice come avvenuto con l’aggiunta di questa o di quella precisazione chiesta da alcune organizzazioni. È stato un grave errore introdurre alcune modifiche sui trasbordi o sul personale di polizia a bordo. Adesso bisogna aspettare che questa gente lasci il Mediterraneo dove ha alimentato gli affari dei trafficanti, ha aumentato il numero delle morti, ha favorito l’invasione d’Italia. A quanti contestano le mie critiche ad alcuni rappresentanti istituzionali rispondo segnalando una notizia dove il ridicolo raggiunge livelli record. Un sedicente rappresentante dell’Unicef si è recato a Capalbio, la nota Atene dei progressisti de noantri, per lanciare appelli contro i populisti. È gente inqualificabile. Vadano in Africa ad assistere i bambini. Non a Capalbio a passare il ferragosto nel lusso. Anche l’Unicef ha molto da imparare“.

IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -