Bergoglio: “fratelli e sorelle migranti sono un’opportunità di crescita”

“Serve un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, promuovendo così la pace e la fraternità tra i popoli”.

Migranti, la Cei predica accoglienza (ma la fa a spese degli italiani)

È quanto afferma Papa Francesco in un messaggio indirizzato ai partecipanti all’incontro internazionale “Mediterraneo: un porto di fraternità“, promosso dalla diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, con il sostegno di numerose istituzioni e realtà associative. Evento, ricorda la Radio Vaticana sul suo sito, che si conclude oggi e al quale hanno preso parte 250 giovani di 31 Paesi. Nel messaggio inviato al vescovo locale, Vito Angiuli, il Papa incoraggia la comunità cristiana e i giovani dei Paesi mediterranei,

“come pure tutte le persone di buona volontà, a considerare la presenza di tanti fratelli e sorelle migranti un’opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo, come anche un’occasione per annunciare e testimoniare il Vangelo della carità”.

Il Papa elogia dunque l’iniziativa che sfocerà nella firma della “Carta di Leuca”, documento con il quale i giovani presenti all’incontro chiedono ai potenti della terra di promuovere la pace, mettere al bando le armi e impegnarsi concretamente per l’apertura di corridoi umanitari per le popolazioni che fuggono dalla guerra.

il giornale

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -