Renzi: quando ero premier ho visto tanti leccaculo

“Li ho visti i leccaculo professionisti, potrei tenere un corso per riconoscerli. Non lo immaginavo, ma la discesa dal carro è un momento spassoso: quelli che prima ti adulavano, smettono di salutarti. Ma è un gioco, e io sto al gioco”.

Il segretario del Pd, Matteo Renzi, durante il tour di presentazione del suo ultimo libro, Avanti, parla del prima e del dopo essere stato premier, e soprattutto dell’impatto che questo passaggio ha avuto sulla sua famiglia, nell’intervista di Silvia Nucini su Vanity Fair.

Parlando del suo rientro a casa, Renzi sottolinea il merito della moglie: “È stata molto brava Agnese, quando ha deciso che loro non sarebbero venuti a Roma. Io, all’inizio, non ero d’accordo, ma con il senno di poi le do ragione. Stare a Pontassieve ha consentito ai miei figli di vivere una vita normale. E avere, al massimo, solo qualche compagno che li prendeva in giro per il referendum o per la mia pronuncia inglese, ma niente di più”. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -