Dittatura del pensiero unico: ingegnere Google licenziato perché “sessista”

Un ingegnere di Google che ha pubblicato un blog in cui ha affermato che la debole presenza delle donne nel settore tecnologico si spiegava con dei fattori “biologici” è stato licenziato dal gigante dell’internet, secondo i media americani. Secondo l’agenzia Bloomberg News, l’ingegnere, che identifica come James Damore, avrebbe lui stesso confermato il licenziamento.

Google ha detto all’Afp che la compagnia “non può commentare sulle questioni personali dei dipendenti”.

In una nota interna di 3.000 parole, l’ingegnere affermava che

“le scelte e le capacità degli uomini e delle donne divergono, soprattutto per cause biologiche e dunque queste differenze possono spiegare perché non vi sia una rappresentanza equa di donne nel settore della tecnologia e nelle funzioni di leadership”.

La nota, definita “sessista” dai media americani, ha fatto scandalo domenica ed è diventata virale sui social network.In una email al personale di cui l’Afp ha ottenuto una copia, l’amministratore delegato di Google Sundar Pichai ha difeso il diritto degli impiegati ad esprimersi, sostenendo che la maggior parte della nota poteva essere oggetto di un dibattito. “Tuttavia, alcuni passaggi violano il nostro Codice di condotta e oltrepassano i limiti presentando degli stereotipi di genere nocivi sul nostro luogo di lavoro”, ha aggiunto. (con fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -