Zanda (Pd): dopo la legge di bilancio, priorità è lo ius soli

“Senza il 51% le leggi non si fanno”, ma “il mio parere è che questa legislatura finirà non prima di febbraio-marzo del 2018. Ius soli e fine vita per noi mantengono una priorità assoluta e prima o subito dopo la legge di bilancio ritengo ci sia il tempo per approvarli. E li approveremo”. Lo afferma il capogruppo Pd al Senato Luigi Zanda in una intervista a Repubblica nella quale osserva che dopo l’approvazione del bilancio la legislatura “proseguirà ancora tre o quattro mesi utili per approvare provvedimenti maturati da molto tempo”.

Governo, manovra da 20 miliardi

Quanto alla legge elettorale, continua Zanda, “resto dell’opinione che il miglior punto di atterraggio sarebbe il Mattarellum. Se non ci dovessero essere le condizioni dobbiamo invece virare verso un proporzionale come il tedesco. Ed è ragionevole pensare a un premio che possa aiutare seriamente la governabilità”. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -