“Richiedenti asilo” senza biglietto fratturano la clavicola al controllore

Viaggiavano in venti senza biglietto su un autobus Cotral della linea extraurbana sulla tratta Veroli-Frosinone, e, per sfuggire ai controllori saliti a bordo, non hanno esitato a travolgerli, mandandone uno in ospedale con la frattura della clavicola e una prognosi di 25 giorni e distruggendo il computer palmare dell’altro. Nonostante il parapiglia a bordo, l’autista dell’autobus, però, è riuscito a condurre il mezzo fino al capolinea di Piazzale Pertini e a mantenere le porte chiuse fino all’arrivo delle volanti.

Gli agenti, grazie anche ai testimoni, sono riusciti a individuare coloro che materialmente avevano investito i due controllori: si tratta di un 22enne della Costa d’Avorio, un 22enne del Mali e un 19enne della Guinea, tutti richiedenti asilo politico, poi deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di lesioni e danneggiamento aggravato.

L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri. Sono circa le 15 quando giunge al 113, da parte di personale Cotral, una richiesta di intervento presso il capolinea degli autobus in Piazzale Pertini. All’arrivo degli agenti, i due controllori riferiscono che, alla richiesta di esibire il biglietto, erano stati improvvisamente travolti da una ventina di passeggeri che cercavano di raggiungere velocemente le uscite, verosimilmente per sottrarsi alla sanzione amministrativa prevista per coloro che non lo hanno, raccontando che l’autista però era riuscito comunque a condurre il bus fino al capolinea con le porte chiuse.

Per procedere alla compiuta identificazione delle venti persone che viaggiavano sull’autobus, cittadini stranieri poi risultati richiedenti asilo, gli agenti hanno condotto tutti in Questura, utilizzando lo stesso mezzo del Cotral. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -