Liguria: case popolari prima agli italiani. Ira del governo Pd

GENOVA, 1 AGO – Il governo ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale la legge regionale della Liguria per ottenere un alloggio di edilizia popolare che stabilisce di fatto una precedenza agli italiani fissando tra i requisiti richiesti agli stranieri per averne diritto 10 anni di residenza regolare in Italia. La Regione annuncia che si difenderà ribadendo le proprie ragioni

La legge era stata indicata durante la campagna elettorale per le amministrative dalla giunta di centrodestra e da Matteo Salvini come esempio per il resto d’Italia. Per l’assessore regionale Marco Scajola si tratta di “un autogol del Governo Genti-Renzi, che contesta chi vuole difendere gli italiani nell’assegnazione dell’edilizia residenziale pubblica“. Il punto che sarà sottoposto al giudizio di legittimità sarà il requisito dei “dieci anni di permanenza nel territorio italiano per gli stranieri” introdotto dalla Giunta Toti per favorire i cittadini italiani. (ANSA)

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

L’unica cosa che può spiegare tutto questo è l’odio verso gli italiani. Un odio totale , isterico, assoluto, contro di noi, contro la nostra storia, contro la nostra cultura, contro la nostra terra, contro i nostri figli.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -