Codice di condotta, UE: l’Italia consulti le Ong

BRUXELLES – “Sulla base di quanto discusso” lo scorso giovedì alla riunione tecnica tenutasi a Bruxelles, “l’Italia deve ora portare avanti il codice di condotta e finalizzarlo dopo la consultazione con le ong“. E’ quanto ha affermato una portavoce della Commissione Ue, sottolineando che rispetto all’incontro della scorsa settimana che era stato già definito “molto costruttivo”, oggi “la situazione non è cambiata”.

“Abbiamo fornito la nostra expertise” ma, ha puntualizzato la portavoce a chi le chiedeva se fosse necessario un via libera Ue, “il codice è un prodotto italiano” anche se “figura nel Piano d’azione della Commissione per aiutare l’Italia e ha ricevuto il pieno sostegno” a Tallin dai ministri dell’interno dei 28. Per questo il testo “è redatto dall’Italia, in consultazione con la Commissione e le ong”. ANSA Europa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -