Migranti, Renzi: “Serve un numero chiuso, non possiamo accogliere tutti”

“Lo Ius soli sono norme di civiltà attese da decenni, che non hanno nulla a che vedere con gli arrivi. Ma ci deve essere un numero chiuso negli arrivi. Dobbiamo salvare tutti, non dobbiamo accogliere tutti e non possiamo sentirci in colpa per questo. Accanto allo Ius soli c’è bisogno di dire che c’è un tetto massimo a quelli che possiamo accogliere”

“Noi dobbiamo salvare tutti, ma non possiamo accogliere tutti i migranti che arrivano”. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, sottolineando che “ci deve essere un numero chiuso di arrivi”.

“La posizione dell’Ue – ha poi spiegato – non dipende dalla scelta dell’ultimo governo, ma da un regolamento di Dublino poi modificato e reso forte nel 2013 che decide che chi arriva in Ue va accolto dai singoli Paesi di primo approdo”.

Appunto. I Paesi di approdo sono le navi straniere, che invece traghettano tutti i clandestini in Italia.

Ma per Renzi i veri problemi sono altri.

“Dobbiamo parlare di lotta alla diseguaglianza di genere, che è qualcosa dentro la vita delle persone come gli asili e i vaccini e dello sforzo di cambiare l’agenda del Paese – ha aggiunto -. Non voglio parlare di alleanze e coalizioni che riguardano un ceto politico legittimo”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -