Indagato presidente della Croce rossa nel Torinese

TORINO, 6 LUG – Quattrocentomila euro per una vita ‘al top’, tra auto e case di lusso: è questa la cifra che il presidente della Croce Rossa Italiana di Piossasco e la sua segretaria avrebbero sottratto all’Ente dal 2010 al 2016. Dovranno rispondere di peculato e appropriazione indebita.

Le indagini della Guardia di Finanza di Torino hanno preso il via dall’esposto di un revisore, che, alla fine dello scorso anno, aveva riscontrato alcune anomalie nei libri contabili. Così le Fiamme Gialle hanno controllato prima il periodo dal 2010 al 2013, quando il presidente rivestiva la qualifica di pubblico ufficiale, e poi dal 2014, quando la Croce Rossa è diventata associazione “no profit”. I militari hanno posto sotto sequestro, oltre a conti correnti e polizze assicurative, un immobile di un valore superiore ai 200mila euro. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -