Bologna, maxi-rissa tra stranieri: nigeriano a terra con una gamba spezzata

Bologna – Delle molte persone coinvolte nella rissa scoppiata in Montagnola ieri sera, la Polizia per ora ne ha rintracciate due: un cittadino senegalese di 25 anni, finito alla Dozza, e un cittadino gambiano di 22, entrambi denunciati per lesioni.

La segnalazione al 113 è arrivata intorno alle 20, ma quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato solo la vittima, un nigeriano di 29 anni, regolare sul territorio italiano, e un testimone, un senegalese di 43 che ha raccontato di una violenta aggressione messa in atto da una quindicina di uomini ai danni del giovane ferito, poi trasportato all’Ospedale Maggiore in codice 2 con una frattura alla gamba e dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico (prognosi di 45 giorni).

Poco più tardi il testimone ha richiamato la Polizia dicendo di aver incontrato nuovamente due degli aggressori che quindi sono stati fermati. Addosso al senegalese 25enne, regolare sul territorio, con diversi precedenti per droga e con divieto di ritorno in città, sono stati trovati 13 grami di droga, tra marijuana e cocaina. Durante il trasporto in questura si è anche liberato di un calzino contenente in totale 113 grammi di hashish. Ora è rinchiuso alla Dozza con un’accusa di spaccio. Il 22enne gambiano senza precedenti è in possesso di un permesso di soggiorno scaduto di recente.

bolognatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -