Turchia, “rifugiati” tornano a casa per festeggiare il ramadan

Migliaia di rifugiati siriani stanno tornando in questi giorni nel loro Paese dalla Turchia per le festività del mese sacro islamico del Ramadan, dopo la riapertura temporanea all’inizio di giugno dei valichi di frontiera di Cilvegozu e Oncupinar. Lo riporta l’agenzia Anadolu, secondo la quale dal confine sono già passati circa 30 mila siriani. L’attraversamento legale sarà possibile fino al 23 giugno con uno speciale “permesso per festività religiose”. Dopo il Ramadan, i profughi potranno tornare in Turchia esibendo i documenti rilasciati dalle autorità di Ankara.

Secondo l’Unhcr, la Turchia ospita 3 milioni di rifugiati siriani, più di qualsiasi altro Paese al mondo. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -