Armando Manocchia: “Ius soli? Vi spiego come funziona”

di Armando Manocchia

Dopo… quando sara’ troppo tardi, vi tocchera’ raccontare balle ai vostri figli per non averlo fermato.

Con lo Ius soli, vogliono regolarizzare un milione di bambini. Ma si dà il caso che questi bambini abbiano anche dei genitori che, quando sono scarsi, sono almeno due; altrimenti, con la poligamia che applicano anche qui in Italia, possono essere molti di più. Automaticamente si regala la cittadinanza a 3 milioni di individui (2 milioni di votanti).

Con la cittadinanza, gli stranieri avranno ulteriori diritti che gli italiani hanno già, ma solo sulla carta. Quindi potranno votare e farsi votare. Il costituente Partito islamico è già pronto e, se va come io non mi auguro, potrebbe esordire alle prossime elezioni ed essere il 3° o 4° partito in Italia.

  • Quando l’Islam e la popolazione islamica si attestano sotto al 2% del totale, rimangono una Minoranza pacifica e amabile: è il caso di Stati Uniti, Australia, Canada, Cina, Italia e Norvegia;
  • quando l’Islam e la popolazione islamica sono al 2-5% cercano di convertire gli altri, anche in prigione, ed è il caso di Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Thailandia;
  • quando l’Islam e la popolazione islamica sono al 5% influenzano la Società, per esempio volendo introdurre il cibo ‘halal’, che per loro è “pulito”, e tutto quanto è per loro idoneo; è questo si verifica in Francia, Filippine, Svezia, Svizzera, Paesi Bassi, Trinidad e Tobago; a questo punto chiedono di avere un ruolo nel Governo e di essere regolati dalla Legge della Shari’a, poiché il loro scopo è quello di imporre la Shari’a nel mondo.
  • Quando raggiungono il 10%, svolgono manifestazioni violente per imporre il rispetto della loro volontà; a Parigi sono state anche bruciate delle auto. Qualsiasi critica nel loro confronti viene regolata in modo violento, come è stato il caso Theo Van Gogh, e questi episodi si ripetono quotidianamente in molti Paesi, come Guiana, India, Israele Kenia, Russia ecc.;
  • quando gli islamici sono il 20%, la popolazione restante può aspettarsi persecuzioni, come in Etiopia ecc.;
  • quando l’Islam e la popolazione islamica sono al 40%, gli altri vengono massacrati, come in Bosnia, Chad e Libano ecc.;
  • quando l’Islam e la popolazione islamica sono al 50%, procedono a sporadiche pulizie etniche, come in Albania, Malesia, Qatar e Sudan, ecc.;
  • quando l’Islam e la popolazione islamica arrivano sopra all’80% ci sono azioni di ‘jihad’ quotidiane e genocidi, come in Bangladesh, Egitto, Gaza, Indonesia, Iran, Iraq, Giordania, Marocco, Pakistan, Palestina, Siria, Tagikistan, Turchia e Emirati Arabi Uniti ecc..

I Paesi islamici sono chiamati ‘Dar AlSalam’ (Paese della pace): e questo accade perchè vi sono solo islamici, tutto è regolato dall’Islam soltanto. Le ‘masjid’ sono le uniche scuole e il Corano è l’unica parola autorizzata. Accade in Afghanistan, Saudia Arabia, Somalia e Yemen, ma la pace non è mai realizzata: i radicali soddisfano la loro sete di sangue uccidendo gli islamici meno radicali.

Tratto dal libro ‘l’Haj’ di Leon Uris:

‘prima dei nove anni avevo imparato le regole principali: io contro mio fratello, io e i miei fratelli contro mio padre; la mia famiglia contro i miei cugini e il clan; il clan contro la tribù; la tribù contro il mondo; e noi tutti contro gli infedeli’.

È importante capire che in certi Paesi, come in Francia, gli islamici vivono, per loro volontà, in ghetti composti al 100% da islamici, regolati dalla Legge della Shari’a. La Polizia nazionale non entra nemmeno in quei ghetti.
In queste situazioni non vi è alcuna integrazione: i bambini vanno nelle ‘madrassah’ e imparano solo il Corano. Persino l’amicizia con un infedele è punita.
In alcuni Paesi gli imam esercitano molta più influenza di quello che si crede.
Oggi ci sono 1,6 miliardi di musulmani nel mondo e il loro tasso di natalità è altissimo.

Alla fine di questo secolo la popolazione islamica sarà aumentata del 50%. E noi? Noi, saremo estinti….

Armando Manocchia – – @mail



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -