Torino: panico a piazza San Carlo partito da un ragazzo con lo zaino

Un ragazzo a torso nudo con uno zainetto in spalla alza le braccia. Forse qualcuno lo scambia per un attentatore e da lì parte il fuggi fuggi generale. Sarebbe stato questo il punto di partenza dell’ondata di panico che, durante la trasmissione della finale di Champions League, ha travolto piazza San Carlo a Torino, generando una paurosa calca che ha causato 1.527 feriti, 10 dei quali gravi, in particolare un bambino di sette anni schiacciato dalla folla e finito in rianimazione.

Il giovane, scrive il ‘Corriere, “insieme a due amici sta guardando la partita al maxi-schermo di piazza San Carlo, all’altezza del ristorante Caval ‘d Brons, ad almeno sessanta metri di distanza dallo schermo. Dopo il terzo gol del Real Madrid si vede il giovane alzare all’improvviso le braccia, mentre attorno a lui e a due suoi amici si crea il vuoto, e la folla inizia a fuggire, innescando l’onda che porterà poi a un numero enorme di feriti. Secondo gli inquirenti, il ragazzo e i suoi amici potrebbe sapere che cosa ha innescato davvero il panico in piazza San Carlo. La Polizia di Torino sta cercando di identificare queste tre persone. Prima del loro gesto la serata scorre calma. Dopo, si scatena il finimondo”.

Durante i video non si sentono i rumori – l’esplosione del petardo e la caduta di una transenna – che sembravano aver innescato la fuga dalla piazza. Non è ancora chiaro se ci sia un collegamento tra i due eventi.

“C’è una ragazza che, mentre si crea il fuggi fuggi generale intorno al tifoso a petto nudo, si avvicina a lui e cerca di portarlo via”, scrive ‘La Repubblica’, “un altro juventino lo abbraccia forse per far capire che non è un pericolo per nessuno. Ma ormai il panico ha scatenato una psicosi che ha svuotato quella zona della piazza. Dalle immagini non si capisce se prima sia esploso qualcosa o se semplicemente siano state pronunciate ad alta voce frasi allarmanti. Da lui in particolare o da altre persone che gli investigatori stanno cercando di identificare”. AGI



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -