Firenze, sindaco Nardella (Pd): “Stop ai bivacchi dei turisti”

“Se il turista vorrà sedersi si bagnerà, anche se forse avremo qualche turista in meno a bivaccare sui marciapiedi” ha dichiarato il sindaco della città di Firenze, Dario Nardella a Daily Radio.Il primo cittadino ha deciso di innaffiare i sagrati e le scalinate delle Chiese, spiega così la sua manovra anti-bivacchi:

“Passeremo all’ora di pranzo sulle gradinate delle chiese e sui marciapiedi delle strade dove ci sono più alimentari per bagnare i marciapiedi, così il turista che si siede si bagnerà e forse avremo qualche turista in meno a bivaccare sui marciapiedi“.

Nardella conta di ridurre il numero di visitatori e di venditori ambulanti che, durante l’ora di pranzo, si siedono nei pressi dei monumenti storici a consumare panini e bevande, rischiando di imbrattare la zona. “Chiarisco, non è che useremo le sistole o gli idranti contro i turisti, ma sulle gradinate delle chiese del centro. Faremo questo esperimento e vedremo quali saranno gli effetti e opereremo anche con la polizia municipale” ha, infine, specificato. LIBERO

DEGRADO A FIRENZE

Preghiera islamica nei giardinetti dei bambini

Firenze – Rom lavano i panni nella vasca con fontana del Tabernacolo delle Fonticine



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -