Il medico di Fuocoammare diventa Ambasciatore Unicef

LAMPEDUSA – Riconoscimento internazionale per il dottor Pietro Bartolo, il ‘medico dei migranti’ di Lampedusa, tra i protagonisti del documentario Fuocoammare, che in occasione del G7 di Taormina riceverà ufficialmente la nomina di ‘Goodwill Ambassador’ (Ambasciatore di buona volontà) dell’Unicef Italia.

Durante la cerimonia, domani a Palermo, centinaia di barchette di carta cercheranno di raggiungere la terra, proprio a sottolineare le fragili imbarcazioni dei migranti, che rischiano la vita anche per tentare di diventare calciatori.

Protagonisti dell’iniziativa i tanti studenti, volontari e alcuni ragazzi migranti e rifugiati dei centri di accoglienza in Sicilia. All’evento parteciperanno Justin Forsyth, vice direttore generale Unicef; Leoluca Orlando, sindaco di Palermo; l’ammiraglio Gaetano Martinez, Guardia costiera – Corpo delle Capitanerie di Porto; Paolo Rozera, direttore generale Unicef Italia; volontari Unicef, studenti di Palermo, ragazzi migranti ospiti dei centri di prima e seconda accoglienza. (con fonte ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -