Napoli: con un vetro di bottiglia ferisce passanti e minaccia di sgozzarli

Un 23enne gambiano, Dibba Dawda, è stato arrestato questa notte dopo aver scatenato il panico in piazza De Nicola a Napoli.


Quando alle due di notte i poliziotti sono arrivati in piazza Enrico De Nicola, Dibba Dawda, 23 anni del Gambia, aveva la maglietta sporca di sangue. In una mano aveva una bottiglia di vetro rotta che brandiva contro i passanti, nell’altra un accendino con il quale stava dando fuoco a un mucchio di sterpaglie nei giardinetti lì vicino. Ferito a una mano, gli agenti lo hanno portato in ospedale. Ed è stato al pronto soccorso che due persone, un 19enne e un 21enne, sono letteralmente sobbalzate quando hanno visto l’uomo: entrambe hanno raccontato di essere state aggredite e ferite da Dawda senza un motivo apparente. L’uomo è andato in escandescenza e ha minacciato di sgozzarli se avessero parlato con la Polizia.

Dawda è accusato di aver colpito per due volte con una bottiglia il 21enne mentre attraversava la piazza. Questo ha provato a difendersi, ma l’uomo lo ha aggredito di nuovo mordendogli il dito e provocandogli una copiosa fuoriuscita di sangue.

L’altra vittima è un 19enne che passava per quella piazza a bordo di uno scooter con un’amica. Il ragazzo è stato prima colpito da una bottiglia vagante, quando si è fermato per capire cosa stesse succedendo, è stato aggredito da Dawda che l’ha colpito con una bottiglia, ha estratto un coltello e lo ha colpito alla gola. Ricoverato in prognosi riservata, il 19enne non sarebbe in pericolo di vita.

Dawda è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale, accusato di tentato omicidio aggravato, lesioni aggravate e porto d’armi e oggetti atti a offendere.

liberoquotidiano.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -