Torino: padre deputata Pd acquista casa popolare senza averne titolo, 4 indagati

Partito democratico ancora sotto tiro delle procure. Stavolta i guai arrivano da Torino, dove Diego Bragantini, padre della parlamentare Dem Paola, avrebbe acquistato una casa dall’Atc, l’Agenzia territoriale per la casa, “senza averne titolo”. In tutto gli indagati sono quattro, compreso il padre della deputata, il presidente di Atac, Marcello Mazzù, e gli altri due componenti del consiglio di amministrazione. Il reato ipotizzato nell’inchiesta è abuso d’ufficio.

Le indagini

Le indagini sono partite dopo che un dipendente dell’Atc, come scrive La Stampa, ha sollevato la questione facendo una richiesta di accesso agli atti e un esposto in procura. Per gli inquirenti, Bragantini padre, operaio in pensione di 72 anni, avrebbe acquistato l’alloggio “pur non avendone diritto”, secondo la normativa regionale. Nel 2010, scrive torinoggi.it, la nuova legge ha impedito di riscattare una casa Atc da parte di chi sia stato proprietario di un altro immobile situazione in Piemonte.

L’alloggio acquistato “senza averne i titoli” da Diego Bragantini si trova in via Verolengo ed è grande circa 60 mq. Recentemente il pensionato lo aveva riscattato, dopo averci vissuto per una vita. Bragantini è finito sotto inchiesta per concorso in abuso d’ufficio perché possessore di un rudere in provincia di Biella.

TISCALi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -