Usa, Tillerson: la sicurezza nazionale viene prima dei diritti umani

WASHINGTON – Gli Usa non decideranno più le loro relazioni con i Paesi stranieri adottando come criterio i valori americani, come ad esempio i diritti umani, perché a prevalere sarà l’interesse della sicurezza nazionale: a certificare la svolta dell’amministrazione Trump è stato oggi il capo della diplomazia Usa, Rex Tillerson, parlando ai dipendenti del Dipartimento di Stato.

L’ex numero uno di Exxon Mobile ha distinto tra “valori” e “politiche” che guideranno la sua strategia.Le politiche – ha sottolineato il segretario di Stato Usa – possono e devono cambiare mentre la sfida per i diplomatici è identificare come meglio rappresentare i valori Usa. Ma per la sicurezza nazionale, ha aggiunto, le politiche non saranno necessariamente subordinate ai valori. “In alcune circostanze, se subordiniamo i nostri sforzi per la sicurezza nazionale a qualcuno che non adotta i nostri valori, probabilmente non raggiungeremo i nostri obiettivi di sicurezza nazionale“, ha sostenuto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -