Boldrini contro saluto romano al Campo X, prefetto di Milano: “Saranno denunciati”

La commemorazione dei caduti della Repubblica di Salò al cimitero di Cremona e di Milano, con saluto fascista, ha scatenato l’ira della Boldrini. «Le manifestazioni fasciste in Italia non possono essere consentite: né il 25 aprile, né in qualsiasi altro giorno dell’anno. I raduni con tanto di saluti romani che si sono tenuti a Milano e Cremona, in aperta e provocatoria violazione di quanto stabiliscono la Costituzione e la legge, rappresentano un affronto alla democrazia nata dalla Resistenza».

«Sono certa che le autorità competenti – aggiunge il presidente – che già erano intervenute in modo efficace alla vigilia della Liberazione, sapranno attuare tutti i provvedimenti necessari a dimostrare che lo Stato non si fa deridere dai nostalgici».

Le autorità competenti hanno risposto prontamente

“In relazione al raduno di ieri pomeriggio presso il Campo X del Cimitero Maggiore di militanti di destra, il Prefetto di Milano comunica che si è trattato di una iniziativa non comunicata e clandestina e di aver concordato con il questore di procedere all’identificazione dei partecipanti attraverso le immagini e i filmati disponibili”. E’ quanto sottolinea la prefettura di Milano, precisando: “Le forze di polizia hanno già accertato che non erano presenti stendardi e vessilli. Per coloro che hanno effettuato il saluto romano, una volta identificati, si procederà alla denuncia all’Autorità giudiziaria”.

Le indagini su quanto avvenuto ieri pomeriggio al Campo X sono state avviate dalla Questura di Milano “già ieri” e stanno procedendo con “il massimo rigore”. Poiché della manifestazione non era stato dato preavviso, le forze dell’ordine sono intervenute sul posto quando i manifestanti già erano in deflusso, ma, “immediatamente e con il massimo rigore”. Il questore Marcello Cardona ha avviato le attività investigative per identificare i partecipanti alla manifestazione non preavvisata e procedere alle relative denunce. Martedì il questore invierà al sostituto procuratore Alberto Nobili, coordinatore del pool di magistrati che si occupa di eversione e terrorismo, un “dettagliato rapporto contenente l’esito delle attività della Digos e della Scientifica” (con fonte adnkronos)

I CRIMINI DEL COMUNISMO



   

 

 

2 Commenti per “Boldrini contro saluto romano al Campo X, prefetto di Milano: “Saranno denunciati””

  1. Ma quali Prefetto, Boldrini, fascisti!!

    Tutta una sceneggiata da teatrino delle marionette!

    E questi “personaggetti” continuano a gettare fumo negli occhi dell’opinione pubblica.

    Ma quando la pentola sprigiona molto fumo, come è per le menzogne e malefatte delle nostre autorità politiche, giudiziarie e finanziarie, vuol dire che qualcisa è in ebollizione nella pentola e il coperchio, secondo legge fisica, salterà!!

  2. Felice di sapere che venga richiamata la Costituzione in riferimento a manifestazioni che inneggiano al Partito Fascista, da essa vietata. Credo sia l’unica cosa che potrei condividere di quelle dette dalla Boldrinii. Ma vorrei anche sottolineare che la Democrazia non è fatta di APPARENZA, di FORMA, ma soprattutto di SOSTANZA, di APPLICAZIONE DEI SUOI PRINCIPI. La Costituzione si rispetta se viene applicata ogni giorno in tutti i suoi aspettii. Invece LA presidente Boldrini si è adoperata non poco perchè essa fosse trasformata da CARTA COSTITUZIONALE a CARTA STRACCIA. Allora vorrei ricordarle che il popolo non viive di PARVENZA, di FACCIATA , come forse la società a cui lei appartiene per cui BASTA LA PAROLA PER TRASFORMARE LA FINZIONE IN REALTA’. Esso affonda la propria vita di tutti i giorni nell’AMARA REALTA’ di cui la Signora Boldrini , non solo è una delle fautrici ma parla senza conoscerla. Allora si che i suoi richiami non servono a nulla e a nulla valgono per un popolo che non ne può più di GHIGLIOTTINE, di IPOCRISIA, di ARROGANZA di TANTA IGNORANZA ! Non sa cosa farsene di una REPUBBLICA DEMOCRATICA BASATA SULLE BALLE E SULLA PRIVAZIONE DI SOVRANITA’ NON AUTORIZZATA DAL POPOLO !

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -