Primarie Pd: polemiche per il sindaco ‘fasciocomunista’, chiuso il seggio di Nardò

LECCE – Polemiche e irregolarità. Come ampiamente annunciato nei giorni scorsi, nel giorno delle primarie che in Puglia registrano numeri da record scoppia il caso Nardò. Esponenti dell’area orlandiana denunciano gravi irregolarità nel seggio del paese guidato dal primo cittadino Pippi Mellone, il sindaco ‘fasciocomunista‘, come è stato ribattezzato per la sua provenienza da ambienti di destra, che nei giorni scorsi si è distinto per aver fatto un pesante endorsement al governatore Emiliano.

Ora arriva la denuncia: “Stanno votando esponenti di centrodestra – segnala Marcello Risi, ex sindaco di Nardò e coordinatore cittadino dell’area Orlando – i consiglieri comunali di destra stanno presidiando il seggio. Il presidente di seggio non è in grado di mantenere l’ordine. Sembra ormai un circolo di Alleanza Nazionale. Per questo stiamo ritirando tutti i nostri scrutatori e abbiamo formalizzato la richiesta di annullamento del voto”. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -