Terrorismo, 12mila jihadisti nella chat ‘Lo Stato del Califfato islamico’

TORINO, 26 APR – Sono 12 mila gli iscritti alla chat ‘Lo Stato del Califfato islamico’, il canale sulla piattaforma social Zello di cui uno dei “massimi esponenti” era Mouner El Aoual, il marocchino arrestato a Torino per terrorismo. E’ quanto si ricava dall’esito di indagini svolte dai carabinieri del Ros e, negli Stati Uniti, dall’Fbi. Gli iscritti, rigorosamente selezionati, ascoltano e si scambiano informazioni e notizie sull’Isis “partecipando al processo di radicalizzazione”.

El Aoual era stato intercettato dall’Fbi intorno al 25 febbraio 2016 mentre riferiva a un suo contatto che, se l’Isis gli avesse chiesto di compiere un attentato in Italia, gli sarebbe servito l’aiuto di “tre uomini”, con i quali, grazie al materiale di cui disponeva, poteva raggiungere “la potenza di 15 persone”. (ANSA)



   

 

 

1 Commento per “Terrorismo, 12mila jihadisti nella chat ‘Lo Stato del Califfato islamico’”

  1. NON IMMEGINAVO CHE LA SCLEROSI CERVICALE FOSSE COSI DIFFUSA…
    DEVO RITENERE I GOVERNI EUROPEI IN PARTICOLARE ITALICI CON QUANTO VIENE O NON VIENE FATTO E’ CONCIMATO PER I MATTI DEL CALIFFATO.!!!
    E C’è CHI SPINGE CHE SIA DATA LA CITTADINANZA AI MIFRANTI (LE REGOLE; CHE FINE ANNO FATTO.?)
    MA VI RENDETE CONTO … LA CITTADINANZA .CONSEGUE TUTTA UNA STRUTTURA DI LORO ALLA GESTIONE ITALIA.???

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -