Polizia sotto organico, volante usata solo per accompagnare migranti in questura

Commissariati di polizia sotto organico a Milano, la denuncia del sindacato Ugl

Commissariati di polizia periferici con mezzi e organico ridotti all’osso. La denuncia (sotto forma di lettera al questore di Milano Marcello Cardona) arriva dal sindacato Ugl Polizia di Stato, e riguarda la zona nord della città, che è suddivisa in tre commissariati: Sesto San Giovanni, Villa San Giovanni e Greco-Turro.

Il sindacato, nella sua lettera, richiama alcune parole del questore, insediatosi recentemente a Milano («i commissari dovranno essere un punto di riferimento per ottenere sicurezza»), e poi fa presente che i compiti dei commissariati sono molteplici: oltre al controllo del territorio (con la volante), il rilascio di passaporti e autorizzazioni, la gestione di chi è sottoposto a misure di custodia cautelare, 250 pratiche dell’ufficio immigrazione a settimana e così via.

«Con gli attuali scarni organici possiamo solo rimanere in trincea», scrive l’Ugl, «e sperare di essere fortunati e avere qualcuno libero nel momento del bisogno». Il sindacato non si limita a discorsi generici ma scrive, nero su bianco, le criticità specifiche di ciascuno dei tre commissariati del territorio.

A Sesto San Giovanni, per esempio, una sola volante si occupa del controllo di un territorio di circa 110 mila abitanti, senza «sovrapposizione di personale delle volanti dell’Ufficio di prevenzione generale». E nel territorio insistono tre stazioni della M1 e una stazione ferroviaria senza presidio Polfer. Quanto a Villa San Giovanni, si tratta di un commissariato che si “occupa” di zone ad altissima densità di popolazione immigrata irregolare, con evidenti ricadute sulla peculiarità delle attività degli agenti: parliamo di via Padova, via Chavez, via Clitumno, via Crespi, via Arquà. Greco-Turro, infine, dove – stando all’Ugl – a causa della presenza dell’hub Sammartini «la volante dedita al controllo del territorio viene esclusivamente impiegata sui turni 7-13 e 13-19 (e talvolta anche 19-24) per identificare ed accompagnare cittadini stranieri in transito, vanificando il controllo del territorio».

milanotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -