Pronto soccorso Monza, egiziano ferisce 5 persone con l’asta della flebo

Un egiziano di 48 anni di Monza ha ferito cinque persone (tre infermieri, un ausiliario e una guardia) brandendo l’asta di una flebo al pronto soccorso del San Gerardo. Si era presentato per un malore ma quando è stato rimandato a casa perchè non aveva niente ha dato in escandescenze

Come scrive il Cittadino quotidiano di Monza, quando il personale del pronto soccorso del San Gerardo, al quale si era rivolto nella notte accusando uno stato di agitazione che non gli permetteva di prendere sonno, gli ha detto che non aveva niente e che poteva andare a casa non l’ha presa bene. Sami El Sayed, un egiziano di 48 anni di Monza ma domiciliato a Sesto, regolare, allora ha dato in escandescenze.

Ha cominciato a brandire un’asta usata per sostenere le flebo e roteandola ha spaccato computer e strumentazione presenti nel locale ferendo tre infermieri, un ausiliario e una guardia giudicate guaribili con prognosi dai 3 ai 21 giorni per ferite al torace, alle caviglie. Una delle vittime è stata anche morsicata.

L’uomo è stato arrestato dalla Polizia per resistenza. Lo attende un processo per direttissima



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -