Russia, attacco San Pietroburgo: responsabile è un kamikaze kirghiso

E’ stato un kamikaze kirghiso il responsabile dell’attentato terroristico (che non è stato rivendicato) contro la metropolitana di San Pietroburgo, la seconda città della Russia, costato la vita ad almeno undici persone. Lo hanno indicato le autorità di Bishkek.

“Il kamikaze nella metro di San Pietroburgo, nel nordovest della Russia, era il cittadino kirghiso Akbarjon Djalilov (…), nato nel 1995″, ha dichiarato il portavoce dei servizi di sicurezza del Kirghizistan, Rakhat Saoulaïmanov. I feriti sono 45.

Almeno 7.000 cittadini dell’ex Unione Sovietica, tra cui circa 2.900 russi, si sono uniti ai gruppi jihadisti in Iraq e in Siria, in particolare nell’ISIS, secondo FSB, il servizio di sicurezza

La popolazione del Kirghizistan, dove si parla il russo, è formata da russi, uzbeki, ucraini, tatari e tedeschi.

Scagionato il presunto attentatore ripreso ieri dalle telecamere.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -