Nato, chi pagherà i 3 miliardi per la nuova tecnologia satellitare e informatica?

Nella sua interrogazione indirizzata alla Vice Presidente/Alto rappresentante Mogherini, l’On. Borghezio rileva che “la Nato progetta di spendere circa 3 miliardi di euro per aggiornare la propria tecnologia satellitare e informatica nei prossimi tre anni”.

Borghezio precisa che “Il progetto include: un investimento da 1,7 miliardi di euro in comunicazioni satellitari per migliorare il sostegno a truppe e navi e per aiutare l’attività dei droni;

800 milioni sui sistemi informatici che contribuiscono a controllare le difese aerea e missilistica;

71 milioni per migliorare la protezione rispetto ad attacchi cyber delle 32 principali strutture Nato;

180 milioni per rendere più sicure le comunicazioni mobile dei soldati sul campo”.

L’eurodeputato della Lega Nord chiede quindi: “L’Alto Rappresentante può chiarire se i membri Nato finanzieranno e, in caso positivo, in quale misura questo progetto di aggiornamento?”

On. Mario Borghezio – – Deputato Lega Nord al P.E.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -