Gentiloni peggio di Renzi: a gennaio il debito sale a 2.250,4 miliardi

Continua a crescere il debito pubblico italiano. A gennaio, secondo i dati della Banca d’Italia, il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 32,7 miliardi

A gennaio il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 32,7 miliardi, a 2.250,4 miliardi. Lo comunica Bankitalia nel fascicolo “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”. L’incremento è dovuto all’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (34,3 miliardi, a 77,4; 63,5 miliardi alla fine di gennaio del 2016), solo in parte compensato dall’avanzo di cassa (1,3 miliardi) e dall’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio dell’euro (0,4 miliardi).

Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 33,2 miliardi, quello degli Enti di previdenza di 0,1 miliardi; il debito delle Amministrazioni locali è invece diminuito di 0,6 miliardi. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -