Sharia in Afghanistan: talebani tagliano gli arti a un giovane accusato di furto

KABUL, 14 MAR – Militanti talebani hanno tagliato una mano e una gamba di un giovane tenuto un mese prigioniero e poi processato per furto nella provincia occidentale di Herat in Afghanistan. Lo riferisce il portale di notizie Khaama Press.
Il portavoce del governo provinciale, Jilani Farhad, ha confermato il fatto precisando che è avvenuto ieri nel distretto di Obe dove i militanti hanno organizzato un processo pubblico.

Il giovane, identificato da Farhad come Ghulam Farooq, è ricoverato in un ospedale di Herat City e la sua vita non è in pericolo. Per il momento i talebani non hanno commentato l’accaduto, ma secondo le autorità i processi di persone accusate a vario titolo e processate secondo la Sharia (legge islamica) dagli insorti sono abbastanza comuni sia in questa provincia, sia in altre dove essi controllano importanti aree, soprattutto rurali. ansa

Afghanistan, ONU: sì a un ruolo politico per i talebani



   

 

 

1 Commento per “Sharia in Afghanistan: talebani tagliano gli arti a un giovane accusato di furto”

  1. E’ NEL CORANO. … DA NOI GLI DIAMO VITTO E ALLOGGIO – CHI PUO’ NEGARE L’INCENTIVO “INTEGRAZIONE” >>TERRA DEL BENGODI<<
    E TUTTI SBRAITANO DELLA CARITà UMANA..!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -