In Italia crolla la produzione industriale: -2,3% a gennaio

BRUXELLES – Dopo il calo di dicembre torna a salire a gennaio la produzione industriale: +0,9% nella zona euro e +0,5% nella Ue-28. Ma in Italia invece si registra un deciso calo, il più elevato di Eurolandia: -2,3%. Lo comunica Eurostat. L’Italia è in calo anche su base annua (-0,5%), mentre la zona euro e la Ue-28 crescono di 0,6% e 1,3%.

A dicembre la zona euro era calata di 1,2% e la Ue-28 di 0,7%. L’Italia invece aveva registrato una crescita di 1,4%. Guardando alla Ue-28, a gennaio gli aumenti maggiori della produzione industriale si sono registrati in Irlanda (+3,4%), Germania (+3,3%) e Grecia (+2,5%), mentre i cali più significativi in Croazia (-6,8%), Danimarca (-4,6%) e Bulgaria (-3,9%). Per quanto riguarda le cause, l’aumento della zona euro a gennaio è dovuto a quello di beni di investimento (come ad esempio le attrezzature) cresciuti di 2,8%, e all’energia (+1,9%), mentre la produzione di beni non durevoli è scesa dello 0,7% e quella di beni intermedi e di quelli durevoli è scesa di 0,4%.

ANSA Europa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -