Ponte crollato, procura: “Errore umano”. Interrogati i 4 operai romeni

Nel crollo del cavalcavia della A14 sono morte due persone e i 4 operai romeni sono già stati interrogati. Il punto è che la pm di Ancona Irene Bilotta indaga per omicidio colposo plurimo, e presto potrebbe aggiungersi l’ipotesi del disastro colposo. La convinzione della pm è che ci sia stato un “errore umano”. In procura, spiegano che “per stabilire chi saranno gli indagati bisognerà accertare per prima cosa la causa meccanica che ha fatto venir giù il cavalcavia. Soltanto dopo si potrà risalire a che livello è stato commesso l’errore. Il ponte, poi, non era neanche nuovissimo”.

E il ponte, per inciso, era al centro di un lavoro di ampliamento della carreggiata. Secondo quanto si è appreso, a determinare il crollo sarebbe stato il cedimento delle “pile provvisorie”, i sostegni momentanei creati per appoggiarvi sopra i martinetti utilizzati per sollevare il cavalcavia. Sul piatto, dunque, ci sono molti fattori. Non sarà semplice individuare responsabilità precise ma, come detto, la procura non crede all’ipotesi di una tragica fatalità. LIBERO



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -