No Tav, incendi e bombe carta contro le forze dell’ordine

TORINO, 10 MAR – Mezz’ora: tanto è durato, ieri in tarda serata, l’attacco da parte di esponenti dell’area antagonista al cantiere Tav di Chiomonte, in val Susa, con fuochi d’artificio e bombe carta lanciati contro le forze dell’ordine e gli addetti alla vigilanza del sito.

La Questura di Torino informa che la Digos ha sequestrato due contenitori in plastica contenente materiale comburente. Gli attivisti no Tav hanno sferrato il loro attacco dall’area boschiva servendosi di rudimentali tubi di lancio. Contemporaneamente hanno imbevuto di liquido infiammabile alcuni pneumatici e delle fascine di legna per impedire il transito dei mezzi di servizio. I no tav si sppacciano per difensori del territorio, ma le esplosioni hanno provocato diversi incendi nel sottobosco che hanno reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Po – riferisce la Questura – il gruppo ha abbandonato la zona disperdendosi. (con fonte ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -