Turbativa d’asta: indagati 3 magistrati e 2 avvocati

9 MAR – Due magistrati di Cagliari, Chiara Mazzaroppi (Tribunale, sezione civile) e Andrea Schirra (Procura generale) ed un giudice dell’esecuzione di Tempio Pausania, Alessandro Di Giacomo, sono indagati dalla Procura di Roma per turbativa d’asta in relazione all’aggiudicazione di una villa a Baia Sardinia dell’imprenditore di Arzachena Sebastiano Ragnedda, titolare delle cantine Capichera, scomparso nel 2015.

Indagati per la stessa ipotesi di reato anche due avvocati, i coniugi Giuliano Frau e Tomasina Amadori, la cui abitazione e lo studio legale sono stati perquisiti, su iniziativa del pm Stefano Rocco Fava, ad Arzachena e Olbia da Guardia di finanza e Polizia. Al centro della vicenda la procedura di vendita dell’immobile presso il tribunale di Tempio Pausania. Secondo l’accusa sarebbe stato assegnato nel gennaio 2016 a Mazzaroppi e Schirra a 472mila euro, prezzo calcolato rispetto a quello d’asta di 524 mila euro con l’abbattimento del 25% per la presenza nell’immobile di un occupante che in realtà era morto. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -