Pietrangelo Buttafuoco: “E’ la nemesi. Il Partito democratico va a morire”

E’ la nemesi. Il Partito democratico va a morire come il Partito socialista nei giorni cupi di Mani Pulite. Il Pd, pur sempre erede di quel Pci che trovò scampo nella tempesta di manette della Procura di Milano, va a dissolversi in un mesto finale.

Ed è una nemesi. Senza la tragedia degli schiavettoni. E neppure – Dio ce ne scampi – le buste di plastica con cui i perseguitati in galera si toglievano la vita.

A coda di topo va a finire la squillante avventura di Matteo Renzi, con la cerca dei pizzini di Alfredo Romeo, un imprenditore, tra i sacchi di una discarica.

Non c’è la bava di Arnaldo Forlani ma la reiterazione del mantra – “Ho fiducia nella magistratura” – pronunciato dai Luca Lotti, dai Tiziano Renzi (e pure dal figlio Matteo) che rivela l’esatto contrario. Nessuno, soprattutto un innocente, può avere fiducia nelle disgrazie della giustizia.

E’ la nemesi nei modi della voce dal sen fuggita. Il fuori onda di Graziano Delrio, “la crepa nella diga” è un presagio.

E’ la nemesi nella forma della consunzione. Non c’è il rabbioso rancore degli Stati Uniti per Sigonella, Hillary Clinton non è alla Casa Bianca e la nuova Amministrazione – stac – stacca la spina al caro Matthew.

Ci sono solo nodi che arrivano al pettine, la severità chiesta ad altri – come con Anna Maria Cancellieri, ministro del governo di Enrico Letta – non viene reclamata adesso.

Tutto torna e col Pd che si squaglia c’è l’ultimo pezzo di Novecento che se ne va.

A proposito di vendette. L’Italia, si sa, appende i propri eroi per i piedi oppure li scarica quando vengono a noia e voi dunque, dovendo scegliere, cosa fareste: offrire il petto alla raffica di monetine, come Bettino Craxi al Raphael, oppure abbaiare alla luna, come la Boschi che chiedeva agli altri ciò che – a proposito dei papà – non chiese a se stessa?

E’ sempre lì: o lì o là, è la sentenza di Giufà.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -