Bologna: protesta dei migranti contro i muri e le espulsioni

BOLOGNA, 20 FEB – Una cinquantina di persone, in gran parte migranti di origine africana, ha partecipato nel pomeriggio ad un presidio in Piazza Nettuno, a Bologna, per protestare ‘contro la politica dei muri e delle espulsioni’ e la riapertura dei Cie.

“Veniamo accusati di vivere in alberghi pagati con i soldi degli italiani – spiegano i portavoce del Coordinamento Migranti – ma in realtà abbiamo aspettato in silenzio in centri di accoglienza che hanno arricchito le cooperative. Chi è uscito dal circuito dell’accoglienza si è ritrovato al gelo sotto i ponti, ma ha anche lottato per una casa”.

Durante la manifestazione sono stati esibiti cartelli e striscioni contro il ‘razzismo istituzionale’ che impedisce di diventare regolari, affissi anche alle pareti del cantiere che ricopre la statua del Netttuno. “Nessuno di noi crede più alla promessa dell’asilo e dell’accoglienza e se rimaniamo ancora in silenzio – hanno spiegato – non avremo mai il permesso che serve per vivere e muoverci liberamente in Italia e Europa”. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -