“L’ho picchiato perché piangeva”, morto bimbo di 3 anni

Condividi

 

La madre di un bimbo moldavo di 3 anni e 8 mesi giunto morto al Policlinico dopo l’allarme al 118 dato dalla stessa donna, ha ammesso di aver picchiato il piccolo, nel giorno del decesso, nella loro casa nel centro di Modena, il 14 gennaio. A riferirlo è la stampa locale, che sottolinea come la 27enne abbia ammesso il fatto davanti agli inquirenti. «L’ho picchiato perché faceva i capricci. Volevo che smettesse di piangere ma non pensavo potesse morire».

La donna – scrive il Mattino –  è per il momento l’unica indagata, l’ipotesi di reato è omicidio preterintenzionale. Gli inquirenti stanno ancora valutando la posizione del compagno di lei, un albanese arrestato di recente dalla squadra mobile per prostituzione, per capire se possa aver colpito anche lui il bimbo. Nei giorni scorsi il procuratore, Lucia Musti, in attesa degli esiti dell’autopsia, che per il momento sono solo parziali, ha spiegato che il bambino ha subito un’azione violenta, tale da provocare la rottura del mesentere seguita da una grave infezione.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -