Mafiosi scarcerati a Palermo, effetto dei mali della giustizia italiana

Una delle poche guarentigie che, a mio giudizio, sono rimaste in un Paese “sfasciato” come il nostro, è il fatto di vivere ancora in uno Stato di diritto. Piaccia o no purtroppo, le regole sono queste e vanno rispettate e applicate a tutti indistintamente: boss, corruttori, evasori e rapinatori. Se si gioca una partita a calcio, il fallo in area determina il rigore per entrambe le squadre e non per una si a l’altra no. Ecco perché non mi stupisce che i boss che lasceranno in questi giorni il carcere lo faranno nel rispetto delle regole.

Premesso questo, però occorre domandarsi: quali sono gli effetti di tale discrasia e perché questo accade?

Gli effetti sono devastanti, basti pensare a chi ha denunciato e rischia di vedersi sotto casa il boss mafioso che invece dovrebbe stare in carcere. Sul perché questo accade, le motivazioni sono molteplici. In Italia in questo momento le regole o mancano o sono inadeguate, di conseguenza, la giustizia non procede come sarebbe auspicabile. Affinché la giustizia funzioni, è necessario che sussistano mezzi adeguati (più magistrati, più personale amministrativo, informatizzazione seria). A tali necessità non è data priorità da parte dello Stato.

Ora, purtroppo, i quattordici mafiosi, prossimamente liberi, avranno tempo e modo di dimostrare di essere potenti e in grado di bypassare la legge. Chi invece ha denunciato assistendo alla loro scarcerazione sarà fortemente sfiduciato e creerà sfiducia nei potenziali nuovi denuncianti. Al netto della certezza che ciò accadrà a volte, mi chiedo se non sia arrivato il momento di mettere mano a nuove leggi più efficaci e più stringenti in settori quali quelli del crimine organizzato, della corruzione e dell’evasione fiscale solo per citarne alcuni. Mi viene in mente ciò che, tempo fa, un addetto ai lavori mi disse: raramente un mafioso cambia stile di vita. Se vogliamo porre rimedio a tali aberrazioni, è improrogabile affrontare una seria riforma della giustizia e nuove leggi realmente efficaci nella lotta alla dilagante criminalità che ammanta il nostro Paese.

Vincenzo Musacchio – Giurista ed esperto di lotta alla corruzione ed alla criminalità organizzata



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -