Migranti, Parlamento Tobruk: accordo con l’Italia è “nullo e inesistente”

gentiloni-al-Serraj

Il Parlamento di Tobruk, nell’Est della Libia, giudica “nullo e inesistente” l’accordo sulla lotta all’immigrazione clandestina firmato tra il governo di accordo nazionale libico e l’Italia. Il Parlamento di Tobruk ritiene che non esiste “nessun obbligo morale o materiale” legato a questo accordo perché il governo di unità nazionale libico e il suo primo ministro Fayez al Sarraj “non hanno alcuna giurisdizione nello Stato libico”.

Lo scorso 2 febbraio, Sarraj ha siglato a Roma con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni un memorandum di accordo che mira a rafforzare la lotta all’immigrazione clandestina in Libia. Ma l’autorità di Sarraj e del suo governo insediato a Tripoli e sostenuto dalla comunità internazionale non è riconosciuta dal Parlamento dell’Est della Libia. “Dossier come quelli dell’immigrazione clandestina sono tra le questioni cruciali” che devono essere decise “dal popolo libico attraverso l’intermediazione dei deputati democraticamente eletti”, ha sottolineato il Parlamento di Tobruk in un comunicato. ASKANEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -