Migranti, a Modena un appartamento per gay discriminati

 

MODENA, 31 GEN – Un appartamento messo a disposizione per gli stranieri che fuggono dalle discriminazioni di genere. È il progetto pilota ideato da Arcigay e dalla cooperativa Caleidos di Modena che nelle prossime settimane sarà realizzato proprio a Modena. L’obiettivo, come spiega Alberto Bignardi, presidente dell’Arcigay modenese sul Il Resto del Carlino di oggi, è quello di tutelare i migranti omosessuali, lesbiche e trans che hanno chiesto asilo. L’appartamento metterà inizialmente a disposizione sei posti letto.

“Sono arrivato in Italia circa 3 anni fa e contestualmente nel mio paese è uscita la legge contro la propaganda gay – racconta un omosessuale dell’Est Europa tra i probabili primi ospiti – non si tratta di una normativa contro omosessuali, non parla di illegalità ma porta gli omofobi a sentirsi dalla parte della ragione. Se dici ad esempio ad un bambino che è normale essere gay vieni multato e tutti ritengono lecito, forze dell’ordine comprese, picchiare un gay o insultarlo”. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -