Sanzioni Russia, Alfano: “L’Europa decida con Trump”

alfano

24 gen.  – Le sanzioni ai danni di Mosca per l’annessione della Crimea e il suo ruolo nel conflitto in Ucraina “di certo non sono un meccanismo perpetuo a rinnovo automatico”, “semmai uno strumento per il rispetto degli accordi di Minsk”. “Però non possiamo rimanere ostaggi del paradosso per cui il Paese che più ha spinto per le sanzioni – gli Stati Uniti – fa la pace, e quelli che hanno pagato un significativo conto alle sanzioni – l’Ue e l’Italia – restano ostaggio delle sanzioni”.

E’ quanto ha spiegato il ministro degli Affari esteri Angelino Alfano in un’intervista al quotidiano La Stampa. “È come se noi pagassimo la bolletta e l’America poi accende la luce. Così non è possibile: come Europa dobbiamo proporre a Trump di decidere insieme”, ha commentato il capo della diplomazia italiana.Per Alfano, non è possibile dire se ciò potrà accadere prima delle elezioni tedesche. “Bisognerà fare una valutazione che tenga conto anche di quel che nel frattempo è successo in Ucraina”, ha commentato il ministro, che ha definito la Russia “un attore globale, un partner affidabile nel rifornimento energetico e nella lotta al terrorismo”. (askanews)



   

 

 

2 Commenti per “Sanzioni Russia, Alfano: “L’Europa decida con Trump””

  1. Per incredibile che possa essere,sono d’accordo con Alfano!

  2. Meglio che taccia ed aspetti ordini d’oltreoceano, come hanno fatto con Obama durante le sanzioni.
    Se si è deciso di essere burattini, bisogna esserlo fino in fondo, anche quando cambia burattinaio!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -