Hotel Rigopiano “Ho impazzito il mondo ma non mi hanno creduto”

Condividi

 

Hotel Rigopiano, la testimonianza: “Il cuoco disperato mi ha chiesto aiuto su WhatsApp, ma non mi hanno creduto”
Prima la chiamata drammatica da parte di Giampiero Parete, il cuoco che si trovava in vacanza nell’hotel Rigopiano con la famiglia, moglie e figli di 6 e 8 anni. Poi il tentativo di allertare la Prefettura e i soccorsi: “Ma all’inizio non mi hanno creduto. Le macchine si sono messe in moto solo alle 20”. Il racconto di Quintino Marcella, titolare di un ristorante a Silvi, la persona che ha ricevuto la prima richiesta di aiuto.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -