”Amri mio fratello”, espulso tunisino pluripregiudicato

 

ROMA, 19 GEN – A seguito di “attente e approfondite attività investigative”, oggi è stato espulso dal territorio nazionale, per motivi di sicurezza dello Stato, con un volo partito dall’aeroporto di Palermo, un tunisino 53enne, pluri pregiudicato per reati comuni, in posizione irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora. Con il rimpatrio di oggi, il quinto del 2017, informa il Viminale, salgono a 137 i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi con accompagnamento in frontiera dal gennaio 2015 a oggi.

In particolare, il tunisino era all’attenzione degli investigatori perché il 28 dicembre scorso, nella mensa della Caritas di Latina, durante la distribuzione dei pasti, ha urlato “io non mangio questa m…” e minacciato un volontario intervenuto per calmarlo, dicendogli: “io esco fuori, ti aspetto. Occhio per occhio dente per dente, perché i tuoi fratelli hanno ammazzato un mio fratello a Milano“, riferendosi al conflitto a fuoco in cui aveva perso la vita il terrorista Anis Amri. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -