Bimba pakistana muore di meningite, medico indagato per omicidio colposo

 

BRESCIA. Con l’accusa di omicidio colposo, il sostituto procuratore Carlo Pappalardo ha iscritto nel registro degli indagati il medico del pronto soccorso pediatrico del Civile, che ha dimesso la bimba pakistana di 5 anni, residente a Inizino, deceduta per una meningite da pneumococco.

La piccola aveva cominciato a non sentirsi bene nella giornata di sabato e, in serata, era stata portata dai genitori al nosocomio cittadino. Al suo arrivo accusava febbre e vomito, ma, stando a quanto riferito dall’ospedale, “non presentava segni di interessamento neuorologico”.

Le sarebbero quindi stati somministrati i farmaci relativi ai sintomi riscontrati e le sue condizioni sarebbero migliorate, tanto che, dopo alcune ore, era stata dimessa. Nella notte, il quadro clinico della bimba sarebbe però precipitato.

Domenica mattina la nuova corsa al pronto soccorso, dove questa volta è arrivata in condizioni disperate: è stata rianimata e poi ricoverata in terapia intensiva. Tutti gli sforzi per salvarle la vita sono risultati vani: si è spenta mercoledì pomeriggio, tre giorni dopo il ricovero.

La cartella clinica della bambina è stata posta sotto sequestro dal pm, che ha inoltre disposto l’autopsia: sarà eseguita martedì 17 gennaio.

bresciatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -