Grecia, UE preoccupata per le condizioni dei clandestini a Lesbo

 

BRUXELLES, 9 GEN – “Voglio essere chiara. La Commissione Ue è cosciente che la situazione” dell’accoglienza dei migranti nelle isole greche ed in particolare a Lesbo è “insostenibile”, ma “dobbiamo essere altrettanto chiari nel dire che sta” ad Atene “garantire l’accoglienza adeguata. Non possiamo dettare le politiche in Grecia più di quanto possiamo fare negli altri Stati membri”. Così Natasha Bertaud, portavoce dell’esecutivo comunitario per la Migrazione, rispondendo sulle condizioni dei migranti nelle isole.

“Quello che possiamo fare – spiega Bertaud – è proseguire con la pressione politica e il sostegno tecnico-finanziario alle autorità greche affinché migliorino la situazione sul terreno, ed è quello che stiamo facendo, in particolare, canalizzando i nostri fondi attraverso i nostri partner umanitari sul terreno, che stanno aiutando a preparare i centri per l’inverno, sia sulla terra ferma che sulle isole”.

Secondo Bertaud, “i trasferimenti dei migranti dalle isole greche verso la terra ferma stanno già avvenendo e si continueranno a fare per i (finti) profughi le cui richieste di asilo vengono riconosciute come ammissibili. Quello che può alleviare la situazione è velocizzare il trattamento delle richieste” di asilo, un processo che la Commissione Ue sta “contribuendo ad accelerare”. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -