Trump promette rivelazioni sulla bufala degli attacchi hacker russi

 

Donald Trump dice di sapere cose che altri non sanno sulla vicenda degli attacchi informatici. Prima di festeggiare l’Anno Nuovo, il presidente eletto americano è tornato sulla vicenda degli hacker russi e parlando pochi minuti con i giornalisti davanti al suo resort in Florida dove ha accolto gli ospiti per la festa della fine dell’anno, ha detto di essere a conoscenza “di cose che altre persone non sanno” a questo riguardo e ha preannunciato rivelazioni per “martedì o mercoledì”.

Parlando delle agenzie di intelligence, Trump ha chiarito: “Voglio solo che siano sicuri perché si tratta di un’accusa grave”. E poi ha ricordato il 2003 e la (falsa) accusa all’Iraq di possedere armi di distruzione di massa: “Se guardate alle armi di distruzione di massa, è stato un disastro, ed avevano torto, ha sottolineato. “Quindi vorrei che fossero sicuri. Credo sia ingiusto se non lo sanno”.

Trump ha quindi annunciato di sapere molte cose: “E io – ha detto – so molto di hacking. Ed è una cosa molto difficile da provare. Quindi potrebbe essere qualcun altro. E so anche cose che altre persone non sanno, e quindi non possono essere sicuri di questa situazione”. Alla domanda su cosa sapesse che altri non sanno, Trump si è limitato a rinviare: “Lo scoprirete martedì o mercoledì”. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -