Mons. Perego contro la Polizia: non pensare solo alla delinquenza, diritto al voto per i migranti

 

Una circolare “coerente con una politica delle migrazioni che fino ad oggi è stata incentrata solo sulla sicurezza. Una politica che ha portato ad esasperare l’attenzione solo sui casi di delinquenza e di irregolarità tra i migranti, finendo per far dimenticare l’azione di un popolo che sta contribuendo a cambiare l’Italia: più di 500mila imprenditori, 2 milioni e mezzo di lavoratori, 800mila studenti”: Monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes della Cei, commenta così all’AdnKronos la direttiva inviata ieri alle questure dal capo della Polizia Franco Gabrielli, che ha disposto l’intensificazione dei controlli e delle attività volte all‘allontanamento degli stranieri irregolari.

“Certo, il momento storico non aiuta, con i timori diffusi per il terrorismo. Ma non aiuta neanche una politica della sicurezza che dimentica che bisogna costruire il futuro dell’Italia sull’incontro e sulla capacità di integrazione, su percorsi di accompagnamento, sulla cittadinanza, sul diritto al voto amministrativo, su una rappresentanza reale. Anche le politiche di molti altri Stati europei -aggiunge Perego- vanno in una direzione che non favorisce un’Europa dei popoli”. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -