Marcia “cattolica” di Ravenna? Gita in moschea e niente Messa

 

moschea-RAVENNAL’ultima stortura in nome del dialogo con l’islam è la marcia cattolica di Ravenna che cancella la Santa Messa per pertare i fedeli (cattolici) a fare una gita alla moschea.

Un’iniziativa, quella tanto sbandierata dall’arcivescovo monsignor Lorenzo Ghizzoni, che sta facendo discutere i ravennati che, da quando papa Paolo VI l’ha inaugurata mezzo secolo fa, sono molto affezionati alla Giornata della pace che si celebra il primo di ogni anno.

“È la prima volta in Italia”, gongola l’arcivescovo Ghizzoni. “Abbiamo pensato che in un mondo e in un periodo storico caratterizzato da contrapposizioni e violenza – fa eco Luciano di Buò, direttore dell’Ufficio diocesano della pastorale sociale e del lavoro – questo fosse il segno più significativo, che invece la collaborazione e l’incontro tra persone di religioni diverse è possibile, e qui a Ravenna è realtà”. Ma la tappa alla moschea, la seconda più grande d’Italia, durante la celebrazione del primo gennaio ha creato forti mal di pancia. Anche perché, come fa notare ItaliaOggi, secondo il report della polizia, il 10 per cento dei foreign fighter del Paese è partito proprio da qui, da Ravenna.

Il tema fissato quest’anno dalla Giornata della pace riflette il messaggio di papa Francesco. “La non violenza – si legge – stile di una politica per la pace”. Così, domani pomeriggio, la diocesi pagherà i pullman per portare i fedeli alla moschea dove si terrà una breve visita guidata. Non solo. Sebbene la marcia sia presieduta dall’arcivescovo, non verrà celebrata alcuna Messa. Eppure, come fa notare ItaliaOggi, l’appuntamento coincide con la tradizionale Messa di ringraziamento di fine anno, durante la quale viene recitato il Te Deum, e con la festa di Maria Santissima Madre di Dio che ricorre il primo dell’anno. IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -